• Ven. Feb 3rd, 2023

Ombrelli, i migliori modelli: prezzi, colori, tendenze

La stagione delle grandi piogge è ormai arrivata e nel nostro look quotidiano non può mancare un compagno di viaggio inseparabile per evitare sgradite sorprese. Vediamo sul mercato quali sono gli ombrelli, i migliori modelli per prezzi, colori e tendenze.

All’estero l’ombrello è una presenza fissa nell’outfit quotidiano, alla luce delle frequenti precipitazioni. In Italia la situazione è leggermente diversa, visto che, soprattutto nelle regioni meridionali, il sole la fa da padrone per la maggior parte dell’anno. Nonostante questo l’ombrello grande o piccolo che sia, rappresenta un complemento all’abbigliamento. Negli ultimi anni tuttavia si è affermata una tendenza alla praticità più che allo stile: un ombrello piccolo di solito è sempre più ricercato perché le ridotte dimensioni consentono di portarlo agevolmente con sè in borse o addirittura tasche in alcuni casi.

Pioggia ombrello: quale scegliere

Tuttavia chi per esigenza resta molto tempo all’aria aperta e quindi alle intemperie, come i contadini o gli ambulanti, sarà costretto ad utilizzare solo ombrelli di dimensioni piuttosto rilevanti. In generale possiamo quindi dividere il genere in due macro-famiglie: gli ombrelli classici e quelli pieghevoli. Ci sono poi le variabili, a seconda dell’impugnatura col manico curvo o lineare, o nella parte superiore dove agli iconici ombrelli a cupola si sono sostituiti quelli simmetrici.

I modelli classici sono in genere l’ideale per chi cerca stabilità, mentre quelli pieghevoli vengono detti da viaggio proprio per la loro praticità. Quelli più nuovi hanno anche la comoda apertura a scatto. Oltre a queste due categorie ci sono gli ombrelli indossabili utilizzati per proteggersi dalla pioggia totalmente, lasciando le maniche libere: sono utilizzati da pescatori, ma anche da dog sitter e dai giardinieri, come una sorta di mantello. L’ombrello inverso, invece, ha l’apertura al contrario consentendo così alla parte bagnata di restare all’interno, lasciando l’esterno totalmente asciutto. Viene utilizzato per non bagnare chi lo usa, ma anche nelle giornate di forte vento, visto che è più resistente alle raffiche.

Ombrello richiudibile o classico: i modelli top

L’ombrello portatile per eccellenza è il Newdora che da chiuso occupa appena 33 centimetri, diventando quello da viaggio. Ha inoltre un manico antiscivolo e un cinturino. L’ombrello Newdora portatile, disponibile in diversi colori, tra i quali il sempre sobrio nero, costa dai 9 ai 18 euro a seconda del modello.

Tra i classici, invece, uno dei più apprezzati resta il  Samsonite Rain Pro 56161/1041 che può contare sull’apertura automatica. Le dimensioni non sono ridotte: misura, infatti, 87 centimetri di diametro e 103 centimetri di lunghezza, ma viene considerato di fatto un ombrello antivento. Ha un tessuto impermeabile che lo rende anche molto resistente al vento. Costa tra i 22 e i 29 euro, ma la versione portatile è disponibile al di sotto dei 20 euro.

Nella categoria ombrello pieghevole possiamo annoverare anche l’Om 99230 color, con asta in acciaio e stecche flessibili. Tra gli indossabili, invece, il must è l’Aoneky 3858GR18371, che consta anche di un cappello che si chiude con un laccio tipo cowboy per mantenere la testa asciutta. Modelli per tutti i gusti e tutte le tasche, in attesa del ritorno del sole.

Continua a leggere su ExpoCamper